Notizie Flash
Scopri in anteprima tutte le notizie sul mondo del calcio  Leggi →

Ora è guerra tra Neymar e il Psg: il brasiliano si opera, Emery furioso. E il Real guarda con interesse

Ora è guerra tra Neymar e il Psg: il brasiliano si opera, Emery furioso. E il Real guarda con interesse

E’ arrivato a Parigi la scorsa estate, ma Neymar Jr ha fatto parlare di sé soprattutto per alcuni comportamenti poco ortodossi. Prima il litigio in campo con Cavani, poi l’infortunio e la decisione di operarsi mal digerita dall’ambiente parigino. E in questo lasso di tempo sempre una certa insofferenza: come se quella del Psg fosse, per il brasiliano, una prigione dorata. E annusato il mal di pancia del calciatore, il Real Madrid ha iniziato un corteggiamento ai fianchi di Neymar: l’intento di Florentino Perez è quello di fondare il post Cristiano Ronaldo proprio sulla stella brasiliana. Ben sapendo però, che l’operazione si presenta tutt’altro che semplice.

Eppure ci proverà il Real. Soprattutto perché, allo stato attuale, il Psg e Neymar potrebbero essere un po’ più lontani. Il tutto proprio a causa dell’infortunio alla caviglia che terrà il giocatore lontano dai campi per almeno sei settimane. Il brasiliano ha deciso di operarsi immediatamente per sistemare l’infrazione al quinto metatarso: il pericolo di non arrivare in forma ai Mondiali in Russia è stata la spinta decisiva. Che, a quanto pare, ha fatto infuriare il tecnico spagnolo del Psg, Unay Emery. “Domenica sembrava solo una distorsione. Poi abbiamo rilevato un’infrazione al quinto metatarso. L’operazione è stata decisa dopo aver parlato con il Brasile. Una decisione comunque difficile perché martedì per il dottore del club c’era ancora il 10% di possibilità che giocasse. Anche perché Guedes per esempio ha giocato con lo stesso tipo di infortunio, prima di sottoporsi all’intervento”. Una precisazione, quest’ultima, che sembra avere tanto il sapore di una critica nemmeno tanto velata a Neymar.

Il quale salterà, dunque, il ritorno di Champions League. Proprio contro quel Real Madrid che adesso guarda con un livello d’attenzione ancora più alto a quanto accade sotto la Tour Eiffel. Sognando un altro attaccante brasiliano al Bernabeu. L’ultimo era stato Ronaldo, prima dell’epoca segnata da Cristiano Ronaldo. Il tutto sembra legato da un filo invisibile. Tra qualche mese scopriremo se esiste davvero.