Notizie Flash
Scopri in anteprima tutte le notizie sul mondo del calcio  Leggi →

Ct dell’Italia, Mancini in pole. Ma Costacurta vuole aspettare: Sarri o Allegri?

Ct dell’Italia, Mancini in pole. Ma Costacurta vuole aspettare: Sarri o Allegri?

La certezza è che, contro Argentina ed Inghilterra a fine marzo, il Commissario Tecnico dell’Italia sarà Gigi Di Biagio. Il suo rimane comunque un incarico ad interim: la Figc ha intenzione di annunciare il nuovo Ct a fine maggio, inizio giugno al più tardi. Quella che può sembrare una scelta astrusa, è in realtà estremamente sensata. In Federazione vogliono aspettare che i campionati siano fermi per annunciare il successore di Ventura (e di Di Biagio), considerando che il tecnico in pectore potrebbe essere attualmente sotto contratto con una squadra di club. Ragionamento, questo, che esclude di fatto Carlo Ancelotti dal novero dei papabili Ct: l’ex Milan è sì ancora sotto contratto con il Bayern, ma se la sua volontà e quella della Federazione fossero coincidenti, si sarebbe già trovato un accordo; probabile invece che, ad attenderlo, ci sia qualche panchina in Premier League.

Niente Ancelotti dunque, e allora via con i due nomi più accreditati: il primo è Roberto Mancini, attualmente allo Zenit San Pietroburgo; l’ex allenatore dell’Inter non ha mai fatto mistero del suo desiderio di allenare la Nazionale, anche per riscattare una carriera da giocatore che, in azzurro, lo ha visto sempre comprimario, alle spalle ora di Baggio, ora di Zola. Il secondo è Claudio Ranieri: l’allenatore romano sembra il preferito del Commissario della Figc, nonché delfino di Malagò, Roberto Fabbricini: “Ranieri non è inferiore a Mancini“, ha detto appena una settimana fa.

C’è un’idea che, però, si sta facendo sempre più strada nella mente di Alessandro Costacurta, sub Commissario della Federazione per l’ambito tecnico. L’ex difensore del Milan vorrebbe una prima scelta per il ruolo di Ct, un uomo che conosca profondamente il calcio italiano e che sappia lavorare con i giovani e sui giovani. Caratteristiche che attengono, alcune in misura maggiore che altre, sia a Massimiliano Allegri che a Maurizio Sarri. Ed è stato lo stesso Costacurta a spiegarlo a margine della proiezione, dedicata alle scuole superiori, del docufilm ‘Crazy for Football’ al Cinema Adriano di Roma: “Sarri e Allegri? Non sarebbero male, accidenti. Io penso che i tecnici italiani siano fra i più preparati al mondo e c’è una larga fascia di persone che entrano in un profilo ideale per fare il ct della Nazionale. Ora sono tutti sotto contratto, tra due mesi potrebbe chiarirsi un po’ la situazione ma ad oggi le novità non ci sono”. Ancora qualche mese quindi, e ne sapremo di più.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano