15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.soccertime.it/notizie 300 1
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Maglie Vintage FC Inter

La stagione 1997/1998 riconferma il campionato italiano come il più competitivo ed accattivante del mondo. La nostra serie A rappresenta in quegli anni il sogno di tutti i fuoriclasse che, dopo essersi messi in luce nelle massime competizioni delle più disparate nazioni, cercano attraverso i club più blasonati d’Italia la definitiva consacrazione. Lo stadio San Siro di Milano è considerato per molti la Scala del calcio, teatro di opere prime indimenticabili. Ed il palcoscenico milanese, grazie anche agli investimenti faraonici dell’ex presidente Moratti, è stato calcato per anni da nomi storici del calcio mondiale. Dopo aver girovagato tra Brasile, Olanda e Spagna, nell’estate del 1997 approda a Milano, sponda neroazzurra, Ronaldo Luís Nazário de Lima, o semplicemente “il fenomeno”. Attaccante brasiliano che ha strabiliato il mondo con le sue giocate, Ronaldo viene accolto dal popolo meneghino come il fuoriclasse che può aiutare l’Inter ad interrompere lo strapotere della Juventus in campionato. Il fenomeno si presenta subito con fuochi d’artificio ed in quella stagione porta la squadra alla conquista la Coppa Uefa.

La Maglia Inter Umbro Ronaldo 1997/1998

Mister Simoni si ritrova tra le mani un team stellare ed a suon di successi la stagione corre nella giusta direzione. Il club perde lo scudetto solo a causa di una delle partite più discusse della storia del calcio, lo scontro diretto con i bianconeri e l’arbitraggio di Ceccherini, il resto è storia. In campo europeo invece, come detto, i meneghini, dopo una lunga cavalcata, si impongono in finale sulla squadra della Lazio con un secco 3-0, e con una delle reti più belle del fenomeno brasiliano con la casacca interista. La maglia di quella stagione con il nome ed il numero 10 di Ronaldo sul retro, si presenta con un colletto nero con rifiniture azzurre e bianche e le immancabili strisce neroazzurre larghe, impreziosite dalla presenza della denominazione FC Internazionale all’interno delle righe nere. Sul modello a manica corta, al centro, lo storico sponsor Pirelli sormontato dal logo dell’Inter e, sul lato destro, dalla scritta Umbro cucita. La maglia vintage per antonomasia che unisce sobrietà, unicità ed eleganza.

La Tuta Inter Umbro 1997/1998 Un ricordo indelebile di quella indimenticabile stagione 97/98 è sicuramente la tuta ufficiale della squadra. I pantaloni sono total black mentre la giacca è azzurra con dettagli gialli e neri, il logo Umbro ricamato in giallo sul lato destro e quello dell’Inter sul lato sinistro. Ad arricchire poi il retro della giacca lo stemma dell’Internazionale applicato. Ricordiamo che nella sua prima stagione interista il centravanti verdeoro scrive il suo nome nei tabellini della serie A per ben 25 volte, senza contare gli innumerevoli assist. Tra le coppe nazionali e quelle internazionali, Ronaldo chiude l’anno calcistico con 34 centri totali, ma sono soprattutto i suoi dribbling funambolici a restare negli occhi degli amanti dello sport. La foto del servizio pubblicitario che lo vede, nel suo tradizionale gesto di esultanza, dominare dalla cima del Pirellone tutta la città lombarda, lo incorona definitivamente Re di Milano. 

Indietro
Avanti