15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.soccertime.it/notizie 300 1
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Maglie Lazio Ennerre: quando l’aquila spiccò il volo

Tutti l’hanno subito adorata. In particolar modo i tifosi più affezionati, che hanno sperato sempre in un suo ritorno. Stiamo parlando della storica maglia bandiera, utilizzata per la prima volta dai biancocelesti nella stagione 1982/83. L’aquilotto stilizzato dalle ali tese ed aperte, che sembra abbracciare simbolicamente il giocatore che la indossa, fu ideato dall’allora presidente Gian Chiaron Casoni e perfezionato dal creativo fiorentino Otello Cecchi. Un’idea che si rivelò subito vincente. Anche perché l’aquila, stemma della squadra, ma anche uno dei simboli delle legioni romane, rappresenta l’emblema della forza, del coraggio e della vittoria. Prodotta da Ennerre, la maglia bandiera tradizionale di quegli anni nella versione biancoceleste prevedeva il colletto celeste con lo scollo a V, lo sponsor Seleco al centro ed a seguire, subito sotto, una grande aquila stilizzata di colore blu su sfondo bianco che continuava sulle maniche. Sul retro, grossi numeri sempre in blu dalla forma squadrata e tridimensionale, molto innovativi per quell’epoca e, a completo, pantaloncini celesti e calzettoni bianchi. La divisa, presentata anche in altri 2 colori, verde e rosso, fece subito impazzire tifosi ed appassionati. Al punto tale da far diventare ben presto la maglia bandiera una vera e propria icona del club.

Maglia Lazio Ennerre

Il ritorno dell’aquila sulla Lazio Una maglia apprezzata al punto tale da essere ripresa prima nella stagione 1986/87 e in occasione dei 115 anni di storia della squadra, poi nella scorsa stagione 2018/19. Una divisa storica che Macron non ha esitato a far risplendere sul petto del biancocelesti. Ad eccezione dello sponson di allora, Seleco, e dei numeri sul retro tridimensionali, infatti, la maglia nelle ultime due riproposizioni è stata ripresa in quasi tutti i suoi elementi, ma con un design molto più accattivante. Presenti l’intramontabile colletto a polo con scollatura a V celeste nella versione celebrativa, sostituito da un inserto triangolare celeste nella stagione 18/19. All’interno del collo di quella celebrativa è stata mantenuta l’etichetta con la dicitura “La prima squadra della capitale” mentre nella versione 18/19 l’interno del collo ha la scritta “Noi l’amiamo e per lei combattiamo”. Su entrambe, sul retro è presente il ricamo “SS Lazio 1900”, lo stemma della squadra sul cuore e l’aquila blu stilizzata su sfondo bianco che continua sulle maniche. La parte inferiore in celeste è sempre coordinata con i pantaloncini. Pantaloncini che nella stagione 18/19 sono stati arricchiti anche da un inserto bianco sul retro. Nella stessa stagione, inoltre, i numeri sul retro della maglia, rispetto alla versione originale, sono più piccoli e stilosi. Un meraviglioso ricordo per ogni vero tifoso capitolino.

Maglia Lazio Aquila
Indietro
Avanti